Domanda:
Qual è lo scopo di un allenamento Brick?
geoffc
2012-02-14 00:23:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per il triathlon, si consiglia spesso di fare un allenamento con i mattoni. Bici, corri, Ick.

Che viene eseguito subito dopo aver terminato un giro in bicicletta di distanza.

Quali vantaggi offre questo?

Cosa significa "ick"?
@J.Winchester Chiaramente non hai mai fatto un duro allenamento con i mattoni. :) Alcune parti possono davvero fare schifo. Quindi il "ick" è appropriato.
Due risposte:
#1
+4
Mike Hedman
2012-02-14 11:27:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il vantaggio in termini di prestazioni degli allenamenti in mattoni è ampiamente dibattuto. Una cosa che è molto meno discussa è l'importanza di fare alcuni allenamenti in mattoni prima della tua prima gara (e) per abituarti a scappare dalla bici. Può essere abbastanza disorientante le prime due volte. Puoi aiutare questo fenomeno sincronizzando il più possibile le cadenze della bici e della corsa. Pedalando a 90 giri, poi saltando giù dalla bici e provando a correre a 60 (o viceversa), le gambe si sentiranno perse per 5-15 minuti. Ma guidare a 90 anni e decollare correndo a 90 può appianare le cose.

Non avevo mai considerato in modo specifico la sincronizzazione delle cadenze. Idea interessante!
Non sono d'accordo: alla fine della fase di guida DEVI allentare le gambe. Si è accumulato molto sangue nelle cosce, è necessaria una cadenza elevata, ad esempio 100+ per gli ultimi 150-200 metri, per favorire il flusso del sangue. Se vai troppo piano verso il T2, le tue gambe saranno esattamente come il nome dell'esercizio: MATTONI - o gambe di legno - ed è difficile correre con le gambe di legno (chiedi a Pinocchio). Quindi dovresti iniziare a correre a una velocità, che non è la tua più veloce, ma è davvero veloce con le gambe - sì, è difficile - ma è per questo che la maggior parte delle persone non fa i trio.
#2
+2
JW8
2012-02-16 04:03:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per basarsi sulla risposta di Mike, questo articolo sull'allenamento di triathlon fornisce questo come motivo per fare allenamenti in mattoni per allenarsi per il triathlon (punti chiave evidenziati):

Quindi perché dovresti fare allenamenti in mattoni? Scommetto che hai un'idea, ma nel caso non lo avessi risponderò comunque. Gli allenamenti in mattoni vengono utilizzati per simulare le condizioni di gara perché se non ti alleni come corri, molto probabilmente fallirai (a meno che il tuo obiettivo non sia semplicemente finire, e anche questo va bene). In poche parole, se desideri ottimizzare le tue prestazioni nel triathlon, dovrai implementare gli allenamenti in mattoni come parte della tua preparazione per il triathlon.

Un altro vantaggio degli allenamenti in mattoni è che impari a superare mentalmente il dolore di passare al prossimo evento . Certo, con un allenamento sufficiente imparerai a correre con le gambe gelatinose passando dalla bici alla corsa, ma mentalmente devi essere pronto per il dolore. Se sai cosa aspettarti durante ogni transizione, allora saprai quanto velocemente e quanto lontano spingerti durante ogni evento. Il ritmo è incredibilmente importante durante un triathlon e gli allenamenti in mattoni ti aiutano a identificare al meglio come gestire ogni evento.

Secondo questo articolo di formazione, i mattoni sono comunemente combo bici / corsa, ma ci sono anche scenari di allenamento per combo nuoto / bici.

Buon punto sul mattone nuoto / bici. Per me, non è tanto la parte effettiva della bici, ma essere orizzontale (nuotare) facendo un esercizio incentrato sul braccio, e poi passare alla verticale e correre nell'area di transizione è qualcosa a cui abituarsi. Alla fine della nuotata in una gara calci consapevolmente più forte e con più movimento del ginocchio per svegliare le gambe e far scorrere il sangue.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...